leonardo.it

Eni 30Percento: Installare i riduttori di flusso dell’acqua

 
Redazione
21 novembre 2007
Commenta

Eni 30Percento: Installare i riduttori di flusso dell’acquaConsiglio 3 di 24

A parità di comfort, installando i riduttori di flusso dell’acqua sui rubinetti dei lavandini e della doccia, ridurrai dal 30% al 50% il consumo dell’acqua e dell’energia necessaria per riscaldarla, con un risparmio di oltre 50 euro.*

I riduttori di flusso dell’acqua da installare sulla doccia e sui rubinetti sono dei dispositivi di semplice installazione che miscelano aria con l’acqua consentendo di limitare il consumo di quest’ultima fino al 50%, mantenendo inalterata l’efficacia e il comfort. Riducendo il fabbisogno di acqua calda si ottiene un corrispondente risparmio sui consumi energetici per la sua produzione.

Come funzionano?
I riduttori sono composti da una valvola di riduzione della portata, da un dispositivo a spirale che imprime una maggior velocità all’acqua e da retine che servono a miscelare l’aria aumentando il volume complessivo del getto in uscita.

Come fai ad installarli?
Per montarli basta svitare a mano il filtro del rubinetto e inserire il riduttore. Per la doccia vengono inseriti nel flessibile o nel tubo porta-doccia. I riduttori di flusso costano poco (2-8 euro).

Altre iniziative:

* Quando usi i miscelatori monocomando, ricordati di regolare il rubinetto su “freddo” se lo devi aprire per pochi secondi, altrimenti riscalderai i tubi dell’acqua inutilmente.
* Non lasciare scorrere l’acqua inutilmente.
* Preferisci la doccia al bagno: sotto la doccia in genere consumi 30-50 litri d’acqua, mentre con l’uso della vasca da bagno ne usi circa il triplo.
* Nel caso l’acqua calda venga prodotta da uno scaldabagno elettrico, accendilo solo quando serve.
* Ove possibile, installare un impianto solare termico consente di produrre fino al 70% del fabbisogno di acqua calda. Un impianto adeguato per una famiglia tipo di 4 persone costa circa 3.000 euro e per questo intervento la legge finanziaria 2007 prevede una detrazione d’imposta del 55%, da ripartire in 3 anni.

* I risparmi indicati sono calcolati con riferimento a una famiglia italiana “tipo” di quattro persone.

Articoli Correlati
Emergenza idrica vesuviano, assessore Nocera tranquillizza i Comuni:”aumenteremo la portata dell’acqua in zona”

Emergenza idrica vesuviano, assessore Nocera tranquillizza i Comuni:”aumenteremo la portata dell’acqua in zona”

Si è svolto presso l’assessorato regionale alle Politiche ambientali, su sollecitazione dei sindaci del comprensorio vesuviano, un incontro per discutere dell’emergenza idrica nell’area vesuviana. Alla riunione erano presenti l’assessore alle […]

Lazio: 365 milioni per ridurre la bolletta dell’acqua

Lazio: 365 milioni per ridurre la bolletta dell’acqua

Lavori per quasi 365 milioni di euro per la tutela e il risanamento delle risorse idriche, con l’obiettivo di ridurre le tariffe. È quanto ha previsto la Giunta Regionale con […]

Eni 30Percento: Usare lampadine a basso consumo

Eni 30Percento: Usare lampadine a basso consumo

Consiglio 2 di 24 Rispetto ad una comune lampadina a incandescenza, una lampadina a basso consumo (CFL, fluorescente compatta) consuma fino all’80% di energia elettrica in meno. Costa un po’ […]

ENI 30Percento: Non lasciare gli elettrodomestici in stand-by

ENI 30Percento: Non lasciare gli elettrodomestici in stand-by

Consiglio 1 di 24 Spegnendo completamente gli elettrodomestici, puoi risparmiare ogni anno oltre 50 euro, pari all’8% dei tuoi consumi di energia elettrica. La maggior parte dei moderni elettrodomestici (TV, […]

Filtrare l’acqua a casa: una spesa inutile. Inchiesta Altroconsumo su impianti depurazione domestica

Filtrare l’acqua a casa: una spesa inutile. Inchiesta Altroconsumo su impianti depurazione domestica

La filtrazione domestica non rende potabile un’acqua che già lo è, come quella dell’acquedotto che arriva nelle nostre case. Gli impianti di depurazione nei rubinetti a casa, al contrario, spesso […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento