Mercato delle locazioni a studenti nelle sedi universitarie di Padova, Pavia e Perugia

di Redazione Commenta

Spread the love

Abbiamo già informato che le locazioni alla popolazione studentesca fuori sede rappresentano una buona parte del mercato degli affitti In Italia. Sono migliaia i ragazzi che lasciano le loro città di origine per trasferirsi in quelle dove ha sede l’ Università. Negli ultimi anni poi la presenza sul mercato di canoni di locazione elevati ha spinto i genitori ad acquistare la casa per i figli

Molti anche gli investitori che, pur non avendo figli studenti, decidono di acquistare un’ abitazione in zone universitarie per darle in affitto e ricavarne un reddito. In entrambi i casi si prediligono tipologie in buone condizioni, che non necessitano di interventi di ristrutturazione. I tagli più richiesti sono il bilocale e il trilocale.

In questo periodo di ribasso dei prezzi e quando le possibilità economiche lo consentono gli investitori sembrerebbero orientati su tagli più grandi. In questo modo possono affittare a più studenti, recuperando in tempi più brevi l’ investimento iniziale. Gli studenti, a loro volta, preferiscono condividere l’ appartamento con più persone per abbattere una parte dei costi.

A Padova
Il quartiere Forcellini è nato tra gli anni ’60 e gli anni ’70, subito a ridosso delle mura della città e offre prevalentemente condomini. A questi si aggiungono anche soluzioni liberty dei primi anni del 1900 situati in via Modena e nelle traverse laterali. Le quotazioni medie della zona oscillano da 1500 – 1600 a 2100 euro al mq. Buona la richiesta in zona da parte di investitori che acquistano piccoli tagli da mettere a reddito o genitori di studenti universitari che acquistano per i figli. Con questa finalità si cercano trilocali o bilocali su cui investire cifre medie di 150 – 200 mila euro. Per un posto letto si spendono mediamente 200 – 250 euro al mese.

Nell quartiere di Terranegra si ricercano soprattutto tipologie a schiera ed indipendente e bifamiliari, costruite negli anni ’80. Ci sono anche tipologie di più recente costruzione sorte tra gli anni ’90 e il 2000. Il quartiere beneficia anche della presenza di una scuola inglese che attira famiglie nella zona che cercano immobili in affitto.

Il quartiere Nazareth – San Camillo si caratterizza per la presenza di professionisti che cercano abitazioni nella zona dove prevalgono le soluzioni anni ’70, più signorili e con servizio di portineria. Tra gli acquirenti anche numerosi dipendenti del vicino complesso ospedaliero. Per un buon usato si spendono cifre medie di 2100 euro al mq. Quotazioni più contenute caratterizzano il mercato immobiliare di San Gregorio dove si concentrano soprattutto condomini e villette a schiera costruite negli anni ’70. Per una soluzione usata si spendono mediamente 1500 – 1600 euro al mq.

Il quartiere Portello concentra soprattutto studenti universitari dal momento che sorge vicino all’ Università di Padova. Infatti numerosi investitori acquistano in zona per mettere a reddito. Inoltre la presenza di prezzi mediamente più bassi rispetto alla media della città la rende una zona interessante per coloro che non hanno una disponibilità di spesa elevata.

A Pavia
Zona Borgoticino

Nell’ area Borgoticino – Stazione, nel primo semestre del 2009, i prezzi delle abitazioni sono rimasti invariati. In questa area della città la maggior parte delle compravendite viene fatta per investimento. Si tratta molto spesso di genitori di studenti universitari in arrivo da Milano, Bergamo, Sondrio e Varese, ma anche dal sud Italia ed in particolare dalla Sicilia e dalla Sardegna.

Acquistano prevalentemente monolocali e bilocali per una spesa media compresa tra 100 e 150 mila euro, con punte di 180 – 200 mila e quando si tratta soluzioni situate in Centro storico. Per quanto riguarda il mercato delle locazioni negli ultimi mesi si è registrato un calo delle richieste da parte di studenti universitari, anche in relazione alla realizzazione, da parte della stessa università, di alloggi per studenti.

Zona Policlinico – San Lanfranco
Restano stabili le quotazioni immobiliari nell’ area del Policlinico e di San Lanfranco nel primo semestre del 2009. Si registra comunque un aumento degli acquisti per investimento, alimentati da risparmiatori spaventati dall’ andamento dei mercati finanziari, che preferiscono investire il proprio capitale nel settore immobiliare. Si acquistano monolocali, bilocali e trilocali con una spesa media compresa tra 100 e 210 mila euro. Spesso ad investire sono genitori di studenti fuori sede, infatti in questa area di Pavia si trova il Polo Universitario Cravino.

A cercare case in affitto, oltre agli studenti, sono spesso impiegati del Policlinico o delle cliniche presenti in questa area della città. Il canone di bilocali e trilocali è compreso tra 400 e 600 euro al mq. Famiglie e coppie che acquistano la prima casa si focalizzano invece su trilocali e 4 locali, preferendo soluzioni nuove o ristrutturate.

Adiacente al Policlinico è sempre in fase di espansione zona Cravino che, dopo l’ insediamento del polo universitario e delle cliniche Maugeri e Mondino, è diventata un punto strategico della città con un netto aumento della densità abitativa e dei servizi.

Zona Città Giardino
Tengono bene le quotazioni immobiliari nell’ area di Città Giardino dove si registrano dei lievi aumenti, in particolare nell’ area più adiacente al Centro storico sempre molto richiesta dagli acquirenti. Il mercato è movimentato prevalentemente da genitori di studenti universitari e da famiglie. Gli studenti universitari provengono prevalentemente dal sud Italia ed in particolare dalla Sicilia ed acquistano bilocali e trilocali per una spesa media compresa tra 140 e 145 mila euro.

La richiesta di immobili in affitto proviene prevalentemente da famiglie, infatti negli anni sono stati realizzati numerosi alloggi universitari che hanno ridimensionato la richiesta di immobili in locazione da parte di studenti. Per l’ affitto di un bilocale si spendono 400 – 450 euro al mese mentre per quello di un trilocale si spendono 500 – 550 euro al mese.

A Perugia
Zona Centro Storico e Monteluce

Il mercato immobiliare del Centro storico e di zona Monteluce è stato caratterizzato da un’ estrema lentezza, scarseggiano le soluzioni di buona qualità ed a prezzi appetibili. Infatti i proprietari sono ancora restii ad abbassare i prezzi e gli immobili restano a lungo sul mercato. Ad acquistare in Centro storico sono prevalentemente investitori provenienti dal Lazio ed in parte minore anche dal sud Italia, attirati dalla presenza di numerose facoltà universitarie.

L’ investimento medio ammonta a circa 130 mila euro e si concentra su bilocali. Per l’ affitto di una stanza singola si spendono in Centro storico tra 250 e 280 euro al mese, mentre in zona Monteluce non si spendono più di 250 euro al mese.

Da segnalare che in zona Toppo, sono partiti i lavori per la demolizione delle strutture del vecchio Policlinico per far posto al nuovo Polo Universitario, a strutture residenziali e commerciali. Per il completamento dell’ importante opera è previsto un tempo compreso tra 7 e 10 anni.

Zona Ferro di Cavallo Santa Lucia
Nel primo semestre del 2009 non si registrano importanti variazioni nelle quotazioni immobiliari della zona Ferro di Cavallo e Santa Lucia. Ad acquistare sono prevalentemente famiglie e la tipologia più richiesta è il trilocale. La parte bassa del quartiere Ferro di Cavallo si è sviluppata a partire dagli anni ’50 – ’60, mentre la parte alta è più recente e per questo motivo maggiormente richiesta dagli acquirenti.

Per comprare una soluzione degli anni ’70 in buono stato si spendono 1500 – 1600 euro al mq. Nella parte alta di Ferro di Cavallo sono molto richieste le soluzioni in zona Città della Domenica con vista sulla città, dove ci sono varie tipologie di immobili che vanno dal piccolo condominio alla soluzione indipendente. In questa zona è presente anche la facoltà di ingegneria e la stessa università sta realizzando alcuni alloggi per studenti.

Fonte: Ufficio Studi Tecnocasa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>