Lecco. Il trend del mercato immobiliare nel primo semestre 2009

di Redazione Commenta

Spread the love

Prima di comunicarvi i dati desunti da uno studio Tecnocasa, dati utili per chi vuole comprar casa in quel di Lecco, un cenno su questa zona tutta scoprire. E come scoprirla meglio se non abitando a Lecco? Una zona dalle molteplici anime, che vanno da quella celtica, delle sue antichissime origini, a quella comunale – Viscontea, dalle dominazioni austriaca e spagnola (ben raccontate dal Manzoni) alla funzione di snodo commerciale e terra di confine, alla realtà di oggi.

Scopriamo ora la Lecco immobiliare. Secondo Tecnocasa, vi si registrano quotazioni immobiliari stazionarie e tempi medi di vendita in crescita. Il rallentamento delle compravendite è determinato prevalentemente da prezzi ancora troppo alti. I proprietari infatti sono restii ad abbassare i prezzi e questo provoca un rallentamento delle compravendite ed un allungamento delle tempistiche di vendita.

A soffrire particolarmente sono le tipologie che necessitano di interventi di ristrutturazione, mentre soluzioni nuove o signorili conservano meglio il proprio valore. Numerosi gli acquisti per investimento realizzati in genere da privati risparmiatori che acquistano bilocali e trilocali con pagamento in contanti o con l’ ausilio parziale di un mutuo, per una spesa compresa tra 170 e 200 mila euro.

Questo tipo di acquisti si concentra nelle aree centrali e semicentrali della città, ed in particolare nei pressi dei poli universitari e dell’ Ospedale. Le strutture universitarie (decentramenti del Politecnico di Milano) si trovano nelle aree di via D’ Oggiono, via Amendola e via Ghislanzoni. Il canone di locazione di un bilocale oscilla tra 400 e 600 euro al mese, quello di un trilocale tra 500 e 700 euro al mese. Il mercato delle locazioni è movimentato, oltre che da studenti universitari, anche da lavoratori trasfertisti. Da segnalare inoltre la crescita di richieste da parte di persone separate o divorziate.

Il Centro storico di Lecco è apprezzato prevalentemente da persone già residenti in città o nei paesi limitrofi. L’ edilizia è caratterizzata da abitazioni costruite nei primi anni del ‘900 ma anche da soluzioni realizzate tra gli anni ’30 e ’50. Il prezzo di un appartamento medio usato in Centro storico è di 2600 euro al mq. L’ area di viale Turati, adiacente al Centro storico, è apprezzata per i suoi servizi e per la sua vicinanza al lungolago della città.

In zona Castello si possono acquistare soluzioni più recenti, edificate negli anni ’90 e valutate tra 2200 e 2500 euro al mq. A Pescarenico si possono acquistare sia case di ringhiera dei primi anni del ‘900, sia appartamenti in condomini costruiti tra gli anni ’60 e gli anni ’70. Per l’ acquisto di un appartamento usato si spendono tra 1800 e 2200 euro al mq. Sempre apprezzata dagli investitori anche l’ area di Germanedo, perché sede dell’ ospedale Manzoni.

Fonte: Ufficio Studi Tecnocasa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>