Confedilizia. Manovra, non abbandonare (ma completare) la perequazione fiscale nel settore immobiliare

di Redazione Commenta

Spread the love

Confedilizia. Manovra, non abbandonare (ma completare) la perequazione fiscale nel settore immobiliare

Il Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, a margine di un convegno sulla fiscalità, con riferimento ai fondi immobiliari e alle Siiq, ha dichiarato:

”L’ avvio di un programma di perequazione della fiscalità immobiliare rappresenta un punto qualificante della manovra. Occorre però che tale programma venga – già in sede di conversione in legge del provvedimento relativo – completato, al fine di restituire equità ad un comparto caratterizzato da forti discriminazioni”.

”È questa perequazione – ha continuato Sforza Fogliani – che davvero attirerebbe nel nostro Paese capitali esteri e gli investimenti della proprietà diffusa, che ne è invece oggi allontanata per la forte fiscalità che la colpisce in Italia anche a causa di una sperequazione che non ha alcuna giustificazione sociale”.

”La proprietà diffusa – ha continuato Sforza Fogliani – non chiede, come altri, agevolazioni fiscali in cambio della trasparenza nei suoi rapporti col fisco. Chiede che i suoi investimenti tornino ad avere anche solo una minima redditività, assicurata invece, e in termini ben più consistenti, ad altri investitori attraverso misure che costituiscono una evasione legalizzata”.

Fonte: Confedilizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>