Spread the love

Nell’ Europa continentale calano, invece, in misura mediamente compresa fra il 5% ed il 10% e un eventuale calo dei prezzi italiani nel 2009 difficilmente potrebbe superare la soglia del –5%. Il calo dell’ 1% nell’ ultimo semestre è l’ effetto (inferiore alle attese) del braccio di ferro in corso fra i (pochi) compratori e i (molti) venditori.
Questo è quanto risulta dal III Rapporto Nomisma sul mercato immobiliare. La contrazione del credito limita le possibilità d’ acquisto sia da parte delle famiglie che da parte dei grandi investitori italiani e stranieri: la conseguenza è un mercato fermo in attesa di vedere quali effetti avranno i provvedimenti di rilancio dell’ economia.
La stima è che nelle grandi operazioni degli investitori istituzionali il calo dei volumi del mercato sia almeno del 50% (del 60% in Europa), mentre nel mercato della casa la diminuzione delle compravendite a fine anno potrebbe raggiungere le 160 mila case vendute in meno (-20%) con una perdita del valore mercato immobiliare di circa 24 miliardi di Euro.
La stasi nelle compravendite ha ridato un po’ di ossigeno alla domanda di immobili in locazione anche se, pure in questo segmento, l’ offerta supera la domanda e, quindi, i canoni di locazione non aumentano.

Il mercato immobiliare è stato investito da una pesante crisi finanziaria che ha fatto successivamente sentire i suoi effetti sull’ economia reale: le maggiori economie occidentali sono entrate in recessione tecnica da almeno un trimestre a questa parte. Lo scoppio della crisi dei mutui subprime americani dello scorso luglio sembrava non poter toccare, se non solo marginalmente, le altre economie avanzate, ma tale convinzione è stata di lì a poco smentita dal fallimento di banche di portata globale, costringendo Banche Centrali e Governi nazionali, statunitensi ed europei, ad intervenire in maniera congiunta e coordinata per tamponare la crisi con immissione di liquidità e riduzione dei tassi di interesse.
Anche in passato il mercato immobiliare domestico aveva vissuto momenti di crisi strettamente connessi con l’andamento dell’economia nazionale. Oggi, invece, il contesto di riferimento è completamente mutato in quanto il mercato immobiliare sta subendo gli effetti di una crisi finanziaria ingeneratasi negli USA. Il restringimento dell’ offerta di credito da parte delle banche ed i più alti costi del debito stanno di fatto bloccando il mercato a causa del forte indebolimento degli effetti di leva.

(articolo a cura di A.C.)

Commenti (5)

  1. Greetings, I believe your web site might be having web browser compatibility issues. Whenever I take a look at your website in Safari, it looks fine however, if opening in I.E., it’s got some overlapping issues. I merely wanted to give you a quick heads up! Apart from that, excellent site!

  2. One benefit of omega-3 fatty acids that is important to everyone is the reduced risk of heart disease.

  3. Pay off your mortgage and throw your biggest party yet! You can start towards this by refinancing to a single fixed rate mortgage (your credit should be in pretty good shape having paid off all your other debts.) If it’s a 30 year mortage, pay more than your monthly payment to dramatically lower the amount of interest you give to the bank.

  4. bmwoeupi gsnnayadis http://scottishhighland.com/listman/iss.asp Wholesale Oakley Sunglasses plwmlevahuq qtwkzgjai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>