Efficienza energetica: da Bruxelles nuove norme per edifici a “emissione zero”

di Redazione Commenta

Spread the love

Dal 2019 si costruiranno solo edifici ecosostenibili. Lo ha stabilito il parlamento europeo, che con 549 voti a favore ha modificato una direttiva (CE/91/2002) sul rendimento energetico delle costruzioni edili. In base a questo provvedimento, i nuovi immobili dovranno produrre da fonti rinnovabili l’ energia necessaria per fare fronte ai propri consumi.

Attualmente nell’ Ue gli edifici assorbono il 40% dei consumi totali di energia e il 50% del gas, che viene importato da paesi terzi. Per questo l’ Unione è corsa ai ripari e già dal 2011 i membri dell’ Eurozona dovranno adeguarsi per mettere in atto questa disposizione attraverso piani nazionali che prevedano presti ti agevolati, incentivi fiscali e linee guida per i fornitori.

Eliminare il metano e avere bollette meno salate è possibile in una casa domotica dove l’ impiego di fonti rinnovabili si integra con un apposito sistema che evita i sovraccarichi di elettrodomestici ad alto consumo e sfrutta al massimo l’ energia del sole e al minimo quella domandata alla rete elettrica commerciale. A questo si aggiunge che caldaia, tubi e termosifoni non servono più, perciò le spese di manutenzione diventano un ricordo.

Si tratta di una rivoluzione che tocca milioni di cittadini e investe gli anni a venire. Una rivoluzione anticipata dai moderni impianti elettrici di Vividomotica, che già adesso integrano il riscaldamento elettrico a pavimento con i pannelli fotovoltaici. Questa soluzione riduce i consumi e gli sprechi energetici, inoltre consente di avere luce, calore e acqua calda senza produrre emissioni inquinanti.

In anticipo sulle norme Ue gli impianti di Vividomotica consentono di avere luce, calore e acqua calda sfruttando fonti rinnovabili senza produrre emissioni inquinanti.

Per maggiori informazioni
www.vividomotica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>