Affitto, consigli sulle visite e sopralluogo dei muri

di Giulia Ferri Commenta

Avete deciso di andare a vivere da soli o di cambiare casa, sempre in affitto e… avete bisogno di un consiglio. In questi giorni io e mio marito stiamo visitando decine di appartamenti ma quasi nessuno risponde pienamente alle nostre esigenze. Perchè? Memori delle disavventure passate siamo diventati più accorti e attenti alle scelte del nostro prossimo affitto. Una premessa: esistono proprietari onesti e agenti immobiliari in gamba, così come esistono proprietari gaglioffi e agenti truffatori ma in qualsiasi caso è il locatore che ha l’obbligo consegnare al conduttore la cosa locata in buono stato di manutenzione e mantenerla in stato da servire all’uso convenuto (art. 1575 c.c.).

Andate alla prima visita almeno in due: uno ascolta e l’altro osserva. Per fortuna la stragrande maggioranza degli affitti che siamo andati a vedere non erano ritinteggiati (pessima abitudine) e i muri sembrano quasi “parlare” dei vizi e dei difetti più o meno occulti dell’immobile. E’ incredibile il numero di perdite d’acqua e di infiltrazioni d’umidità che abbiamo riscontrato senza che proprietari o agenti si avvedessero da constatare un problema. Problemi che potrebbero essere risolti con l’intervento di un muratore e di un idraulico con una sola giornata di lavoro e che invece permangono lì a impinguare salatissime bollette dell’acqua e a compromettere lo stato di salute ambientale dell’immobile.

Come faccio a vedere se c’è una perdita in bagno? Di solito le pareti sono piastrellate, la cosa più semplice è andare a vedere dalla parte del muro adiacente. Per esperienza a dare i maggiori problemi sono i manicotti dei water e i tubi delle docce. Se gli intonaci sono scrostati o sfarinati è segno che l’appartamento ha problemi di umidità. Anche se il muro è stato ritinteggiato potrebbero esserci delle tracce del vecchio muro e osservare del pulviscolo da intonaco sopra i battiscopa, le prese elettriche, le casse delle tapparelle o dietro i termosifoni. Guardate se i battiscopa sono deformati o hanno cambiato colore per l’umidità, se la centralina dei termosifoni è in buono stato.

Guardate dappertutto, soprattutto agli angoli dei muri che danno all’esterno dello stabile. In fine: molto spesso chiedendo spiegazioni su un’evidente perdita ci viene risposto che il problema è stato risolto. Non fidatevi: quando c’è un’infiltrazione bisogna aprire una traccia, altro abracadabra!

In ogni caso avete il diritto di vivere in un ambiente sano e dignitoso.

Foto Guadagnorisparmiando.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>