Come acquistare una stufa a legna

di Gio Tuzzi Commenta

Spread the love

Il caro energia degli ultimi mesi ha portato tantissime persone a riflettere su come riscaldare casa in maniera sostenibile. Tra le tante soluzioni utili al proposito troviamo la stufa a legna. Quali sono i criteri da considerare quando la si acquista? Rispondiamo a questa domanda nelle prossime righe dell’articolo.

stufa a legna

Cosa è la stufa a legna?

La stufa a legna è un ausilio per il riscaldamento degli ambienti indoor. A livello tecnico consiste in una camera di combustione caratterizzata dalla presenza di un’apertura attraverso la quale passa l’aria. Considerata un’ottima alternativa ai caminetti per chi vuole riscaldare casa senza dimenticare la sostenibilità, ha anche il vantaggio di essere gradevole esteticamente. Oggi come oggi, infatti, si possono acquistare stufe adatte a diverse peculiarità stilistiche.

Tipologie

In commercio esistono due tipologie di stufe a legna. Ecco quali:

  • stufe a calore radiante;
  • stufe a convenzione.

Le prime sono la soluzione oggi più diffusa. Nonostante questo, sono caratterizzate da caratteristiche tecniche vetuste rispetto alle stufe a convenzione. Il motivo principale è legato al fatto che, quando entrano in funzione, emettono calore ma non in maniera diffusa. Ecco perché sono consigliate a chi ha la necessità di riscaldare ambienti di estensione contenuta.

Le stufe a legna a convenzione, invece, permettono di apprezzare un maggior livello di omogeneità per quanto riguarda la diffusione del calore. Grazie alle loro particolarità tecniche, queste stufe sono in grado di concretizzare la trasformazione dell’energia presente nella legna in aria calda. Questo permette di apprezzare prestazioni più efficienti in tempi ristretti. Non a caso, le stufe a convenzione vengono spesso chiamate in causa quando si punta a produrre aria calda in tutta la abitazione.

Un altro vantaggio che le contraddistingue riguarda la possibilità di collocarle dove si preferisce. Questo non si può fare, invece, con le stufe a calore radiante. Le stufe a legna appena citate, infatti, non possono essere sistemate vicino alle tende o in prossimità di materiali infiammabili, con tutte le criticità del caso per chi vuole flessibilità nell’arredamento della casa.

Le stufe a legna a convenzione sono considerate il non plus ultra della sicurezza. Il loro successo è infatti notevole tra chi vuole riscaldare casa in maniera sostenibile e, nel contempo, preservare la sicurezza di bambini e animali.

Vantaggi

L’utilizzo della stufa a legna permette di apprezzare diversi vantaggi. Oltre al riscaldamento senza emissioni inquinanti e al conseguente abbattimento delle spese energetiche, si può citare anche la produzione di acqua calda sanitaria.

Quanto si risparmia con una stufa a legna? Numeri alla mano, se si acquista una stufa a convenzione è possibile apprezzare nel corso di un anno di utilizzo un risparmio del 60% rispetto al gas metano. Se il confronto si fa con il GPL, il vantaggio è maggiore. In quest’ultimo caso, infatti, si parla di un risparmio dell’80%. Si arriva al 100 nelle situazioni in cui si ha la possibilità di reperire la legna senza rivolgersi a fornitori terzi.

Proseguendo con l’elenco dei vantaggi delle stufe a legna, un doveroso cenno va dedicato al fatto che, quando le si acquista, non è necessario farsi rilasciare certificazioni. In questo caso si parla di una differenza rispetto ad ausili di riscaldamento come i caminetti, le canne fumarie, gli impianti a metano.

I modelli migliori

A questo punto, è naturale chiedersi quale sia il modello migliore da scegliere in fase di acquisto della stufa a legna. Gli esperti sono concordi su un punto: se si ha intenzione di scegliere il massimo della qualità, è bene optare per stufe realizzate in ghisa o in materiale refrattario. Come mai? Perché si tratta di stufe che permettono di apprezzare una propagazione perfetta del calore, il che aiuta anche a creare nella stanza una deliziosa atmosfera di benessere.

Per amor di precisione, è il caso di citare l’esistenza delle stufe in acciaio. Queste ultime sono più economiche e anche più facili da installare in casa. Hanno l’oggettivo vantaggio di un rapido raggiungimento della temperatura ma, dal punto di vista dell’inerzia termica, non hanno nulla a che vedere con le sopra citate stufe in ghisa. Rappresentano comunque un buon compromesso per chi vuole coniugare efficienza nel riscaldamento e sostenibilità ambientale senza spendere tanto.

Cosa sapere sull’autonomia

Informarsi sull’autonomia della stufa a legna prima di procedere all’acquisto è molto importante. In linea di massima, si va dalle 6 alle 12 ore.

Dove acquistare una stufa a legna?

Dove si può acquistare una stufa a legna? Online! Al giorno d’oggi, l’e-commerce fa da padrone anche quando si parla di arredamento della casa e di soluzioni per il riscaldamento. Ecco tre siti da consultare per trovare la stufa perfetta.

  • Barzotti: azienda che dal 1976 si occupa di finiture d’interni, Barzotti è una garanzia per chi cerca una stufa a legna e la consulenza di esperti per trovare la migliore per le proprie esigenze (vai su questo sito per iniziare a passare in rassegna i vari modelli).
  • Amazon: E’ il re dei marketplace. Fra i tanti prodotti disponibili sulle sue pagine, troviamo anche le stufe a legna. Chiaro è che, prima di acquistare, è il caso di passare in rassegna tutte le recensioni in modo da essere certi della serietà del fornitore;
  • Idealo: Idealo è un sito dove è possibile confrontare i prezzi di diversi shop online e accedere direttamente alle pagine di acquisto. Una vera chicca per chi vuole risparmiare sull’acquisto della stufa a legna;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>