Cinque consigli su come realizzare una mise en place perfetta

di Sara Aiello Commenta

table setting

Per trasformarsi in una perfetta “donna di casa”, senza però diventare come Bree Van De Kamp, la famosa “casalinga disperata” dell’omonima serie; realizzare una mise en place perfetta è di certo un primo passo. L’allestimento della tavola richiede infatti una serie di “regole” da seguire per ricevere i propri ospiti con eleganza e stile . Ecco dunque alcuni consigli per una mise en place impeccabile.

Tavola

Innanzitutto occorre stabilire le nuances con le quali apparecchiare la tavola. E’ sempre meglio scegliere colori tenui per una cena formale e lasciare che sia il centrotavola o il segnaposto a dare un tocco di colore. Prediligete tessuti quali lino o fiandra e fate attenzione che tovaglia e coprimacchia (indispensabile) siano ben stirate. Ricordatevi che anche i tovaglioli devono essere coordinati con la tovaglia. Le sedie devono essere tutte dello stesso tipo e ben allineate tra loro. Considerate sempre uno spazio di circa 70 cm per ogni commensale, tra un piatto e l’altro, questi ultimi disposti al centro esatto della sedia per calcolare meglio gli spazi.

Piatti e sottopiatti  

Il sottopiatto impreziosisce la tavola e deve rimanere durante tutta la durata del pasto. Il piatto di porcellana viene posto sopra. Ricordate che tutte le portate, dall’antipasto al primo e al secondo, vanno servite sui piatti piani, ad eccezione di un’eventuale minestra o consommé. Il piatto per l’insalata viene posizionato a sinistra del piatto dopo i primi, mentre il piattino porta pane va in alto a sinistra.

Le posate

Le forchette vanno posizionate a sinistra del piatto , il coltello sulla destra con la lama rigorosamente rivolta verso l’interno. Il cucchiaio, nel caso di minestre e brodi, va posto sulla destra del piatto e dei coltelli. Sopra il piatto, coltello da frutta con manico a destra, forchetta da frutta con impugnatura a sinistra, cucchiaio per crema e infine forchettina per dessert.

I bicchieri

Tutti i calici vengono disposti in alto a destra; il calice del vino bianco va posto per primo da destra, poi quello per il vino rosso, infine quello per l’acqua. Il bicchiere “da brindisi” si posiziona alle spalle dei primi tre.

Piccoli consigli

Evitate i grissini in busta e preferite i panini monodose posti sul piattino specifico. Puntate sulla semplicità e fate in modo che il tovagliolo venga posto semplicemente al centro del piatto, meglio se avvolto da un nastrino di raso o un piccolo segnaposto, cadeau per gli invitati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>