Rendere la casa pulita e fresca prima di partire

di Marco Branchini Commenta

Le vacanze sono alle porte, quanti andranno in ferie proprio la settimana di Ferragosto? Certo è che la casa non va trascurata, anzi, andrebbe resa fresca e pulita, più del solito, proprio prima di staccare la spina.

Eliminare i cattivi odori è senz’altro il primo passo e questo vuol dire che bisogna sbarazzarsi di ciò che è sporco. Il consiglio è di cominciare dal bucato. Come? Inserendo in lavatrice le coperte, le lenzuola, gli abiti ai piedi del letto ma anche le fodere del divano e dei cuscini. Intanto in una ciotola potete mettere qualche olio essenziale, preferendo degli aromi freschi come quello di pompelmo o tea tree, aggiungere dell’acqua tiepida ed immergervi uno straccio. Quest’ultimo, ben strizzato, può essere passato sulle superfici di casa ma soprattutto su materassi e cuscini. Serve a tenere alla larga gli insetti e disinfetta l’ambiente.

pulire casa
pulire casa

A questo punto, sistemate le camere da letto, passate in cucina dove dovrete occuparvi del lavandino eliminando i residui di cibo e poi anche degli armadietti. La pulizia di questi può essere fatta con l’alcool mentre potete tornare sul mix acqua tiepida e tea tree per pulire fornelli, tavola e le altre superfici. L’acqua e l’olio essenziale, uniti a qualche goccia di aceto, possono essere inseriti in un contenitore con vaporizzatore e usati come spray per pulire.

Gli stessi ingredienti possono essere usati per disinfettare il bagno. Anche se poi la polvere si accumulerà di nuovo il consiglio è di spolverare bene tutti i mobili, organizzare alla perfezione gli spazi esterni e far brillare le superfici in vetro. Sarà utile ma soprattutto sarà bello rientrare dopo le ferie in una casa profumata e pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>